FRUTTA E VERDURA CON MENO PESTICIDI: I 15 PIÙ “PULITI” DEL 2018

Frutta con meno pesticidi

Ogni anno l’Enviromental Working Group, associazione ambientalista americana, stila una lista dei 12 prodotti con più pesticidi, da evitare o comunque da consumare solo nel caso provengano da agricolture biologiche e non convenzionali.

Contemporaneamente stila anche un’altra lista, la cosiddetta “Clean Fifteen” che elenca 15 tipi di frutta e verdura con meno pesticidi

Se da un lato quindi bisogna prestare particolare attenzione al consumo di certi prodotti, via libera invece a 15 frutti e ortaggi sicuri. I test sono stati effettuati dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti su prodotti pronti per essere mangiati, quindi ben lavati e, quando possibile, sbucciati.

“Clean Fifteen” 2018 ecco la lista:

Avocado: meno dell’1% degli avocado testati sono risultati positivi ai pesticidi. In ogni caso solo un tipo di pesticida è stato riscontrato nei pochi campioni positivi.

Mais dolce: il secondo prodotto più pulito, con meno del 2% dei campioni positivi ai test

Ananas: quasi il totale dei prodotti sui quali sono stati eseguiti i test non ha dimostrato residui di antiparassitari e non più di cinque pesticidi presenti.

frutta e verdura con meno pesticidi

Cavolo: l’86% dei cavoli testati non conteneva pesticidi.

Cipolle: solo una su dieci conteneva pesticidi, in ogni caso non più di tre o quattro tipi diversi.

Piselli dolci surgelati: si posizionano al sesto posto della lista in quanto nessuno dei campioni testati conteneva più di due pesticidi.

Papaya: dai test non è risultato alcun prodotto contenente più di tre antiparassitari.

frutta e verdura con meno pesticidi

Asparago: per lo più i test sugli asparagi hanno dato esito negativo. Nei casi di test positivi, per un massimo di tre pesticidi.

Mango: tre quarti dei test su questo frutto sono risultati negativi. Quando positivi, per non più di due pesticidi.

Melanzana: 3 melanzane su 4 non contenevano antiparassitari.

Melone Cantalupo: metà dei prodotti testati sono risultati negativi.

Kiwi: solo il 5% dei frutti testati conteneva pesticidi. Per la maggior parte sono comunque risultati privi di sostante tossiche.

Cavolfiore: anche per i cavolfiori, metà dei prodotti sono risultati totalmente puliti. Nei campioni positivi sono stati rilevati non più di tre pesticidi.

Broccolo: ultimo, ma non ultimo, il broccolo chiude la lista con 7 campioni su 10 liberi da pesticidi. Solo dieci sono risultati positivi a più di un pesticida.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità green?

Iscriviti alla newsletter

Scritto da
Altro da Need For Green

IL PIÙ ANTICO GHIACCIAIO DELL’ARTICO SI È SPACCATO

L’eccezionale ondata di calore registrata nell’agosto del 2018, unita alle temperature anomale...
Continua a leggere...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *