VIVERE BENE RISPETTANDO L’AMBIENTE: 10 REGOLE D’ORO

Ragazza che guarda bosco

Vivere bene rispettando l’ambiente significa assumere uno stile di vita nuovo e consapevole, in armonia con tutto ciò che ci circonda, offrendo prospettive migliori alle generazioni future.

Cosa significa vivere in maniera sostenibile?

In un periodo in cui le problematiche ambientali si manifestano in maniera sempre più forte e frequente, mostrando in tutta la loro tragicità gli effetti devastanti provocati dalla gestione irresponsabile delle risorse naturali da parte dell’uomo, sono in molti a chiedersi quali sono le mosse da fare e i comportamenti da attuare per vivere in maniera più sostenibile.
Vivere bene rispettando l’ambiente non comporta soltanto rinunce e variazioni delle proprie abitudini, ma anche una vera e propria presa di coscienza che quello che si sta compiendo è un atto di rispetto verso l’ambiente, verso noi stessi e verso le generazione che verranno.

Perché vivere in maniera sostenibile?

Assumere uno stile di vita nel pieno rispetto dell’ambiente significa soprattutto vivere in maniera sana e responsabile, non solo per noi stessi ma anche per coloro che amiamo.

È necessario affrontare il cambiamento con la piena consapevolezza che il pianeta in cui viviamo è minacciato quotidianamente dalle nostre azioni: azioni che in futuro non saranno certo reversibili.
Bastano piccole attenzioni ogni giorno per rendere la nostra vita sostenibile, nuove abitudini che, con un piccolo sforzo, possono fare molto, per tutti.
Vivere in maniera ecosostenibile significa anche risparmiare, motivo in più per iniziare a farlo fin da subito.

I 10 consigli per vivere in maniera ecosostenibile

1. Cambiare le proprie abitudini alimentari

Significa non soltanto mangiare di meno, ma anche in maniera diversa.
Produrre un kilo di carne significa “consumare” 108 metri cubi d’acqua, l’equivalente dell’energia consumata da una lampadina rimasta accesa per 20 giorni.
Inoltre, il 36% dei cerali prodotti nel mondo viene destinato agli animali che a loro volta vengono destinati all’alimentazione. Cereali che potrebbero sfamare le persone che soffrono la fame.
Per quanto riguarda il pesce invece, è consigliabile scegliere quello di allevamento, cresciuto in ambienti controllati.

Lo spreco alimentare è una piaga che coinvolge tutto il mondo ma che potrebbe benissimo essere evitata. Leggi nel nostro articolo i trucchi per non gettare il cibo in eccesso.

vivere bene rispettando l'ambiente

Altri due punti fondamentali riguardanti l’alimentazione, sono la stagionalità ed il consumo di prodotti a km 0 e BIO. Prodotti fuori stagione affrontano lunghi viaggi prima di arrivare sulle nostre tavole, con un conseguente aumento del consumo di carburante ed energia. Stessa cosa vale per l’acquisto di prodotti non a km 0.
Con l’acquisto di materie prime sane e di qualità, si può anche riscoprire il piacere di cucinare.
Pane, biscotti, pasta, sughi: tutto rigorosamente fatto in casa.

Essere certi delle certificazioni degli alimenti che si sceglie di acquistare è importante. Per questo, è sempre meglio saper leggere le etichetti dei cibi contrassegnati dalla dicitura BIO. Leggi qui come riconoscere il cibo biologico. 

2. Superare il concetto di consumismo

La società in cui viviamo ci impone uno stile di vita basato sull’economia, con una pubblicità di massa che manipola le persone, portandole a consumare più del necessario. I concetti trasmessi dalla pubblicità sono fondamentalmente due:
– ottimismo sfrenato nell’acquisto di un nuovo prodotto;
– insoddisfazione sempre crescente verso quello che possediamo.

Per condurre uno stile di vita sostenibile sarà necessario consumare di meno, diminuendo così la produzione di rifiuti e di inquinamento e riciclando ciò che già abbiamo. In questo modo inoltre, risparmieremo parecchio denaro.

3. Aumentare l’utilizzo di trasporti pubblicivivere bene rispettando l'ambiente

Fatta eccezione per l’aereo, da preferire bici, autobus, metropolitana e treno.

 

In Italia sono state attuate delle agevolazioni molto vantaggiose per tutti i pendolari che sceglieranno di spostarsi in treno per lavoro, studi, ecc. Ecco come ottenere facilmente le agevolazioni fiscali per i pendolari.

Viaggiare in aereo comporta un consumo altissimo di carburante, nonché un impatto negativo sull’ambiente. Questo non significa non viaggiare più, ma magari rinunciare a lontane mete esotiche e preferire un turismo a km 0, vista l’immensa bellezza del Paese in cui viviamo. In ogni caso, quando si viaggia e ci si trova in località anche lontane da casa, consigliamo l’utilizzo di mezzi pubblici, in generale sempre presenti.

Un’altra scelta sostenibile per i propri spostamenti è quella di acquistare una macchina elettrica al posto di quelle classiche a benzina. Nel nostro articolo parliamo dell’installazione capillare in Italia di colonnine elettriche per incentivarne l’acquisto!

4. Evitare di fumare o assumere droghe

Il tabacco, la marijuana, la cocaina e altri tipi di droghe sottraggono sempre più terreni per la loro coltivazione, oltre ad arricchire criminali, delinquenti e mafie. Per la loro lavorazione viene anche prodotto moltissimo inquinamento, a causa delle sostanze chimiche utilizzate. Per questo e per i gravi danni provocati sul nostro organismo, fumare o fare uso di sostanze stupefacenti è assolutamente da evitare.

5. Prestare attenzione agli imballaggi e agli oggetti monouso

Confezioni di plastica, come quelle dei detersivi, dell’acqua e di molti altri alimenti, dovrebbero essere evitate. Meglio quindi detersivi alla spina o pulizie ecologiche, acqua del rubinetto e borse di tela.
Stop anche agli oggetti monouso, come piatti, bicchieri e posate di plastica.

Un’idea geniale per risolvere il problema dei sacchetti in plastica e ridurre l’inquinamento arriva del Cile: il sacchetto che si scioglie in acqua composto esclusivamente da minerali potrebbe portare ad una grande svolta!

6. Scegliere elettrodomestici di classe A+ e superiore

Saper investire il proprio denaro in maniera corretta è fondamentale. E’ importante scegliere elettrodomestici ad alta efficienza energetica, che oltre a risparmiare energia ci faranno risparmiare denaro.

7. Accendere riscaldamento e aria condizionata soltanto se veramente necessario.

Vestirsi di più quando si è in casa durante l’inverno e arieggiare durante le ore più fresche d’estate permetterà un notevole risparmio di denaro ed un minore impatto sull’ambiente.
I pannelli fotovoltaici sono un valido sistema per risparmiare denaro ed energia, senza incorrere in inutili sprechi.

8. Evitare inutili sprechi d’acqua

Fin dai tempi della scuola ci è stato insegnato che l’acqua è un bene prezioso e per questo non deve essere sprecata. Da piccoli però risulta difficile comprendere appieno questo concetto, ma è comunque fondamentale prendere consapevolezza della cosa.

vivere bene rispettando l'ambiente

L’educazione in questo caso è fondamentale. Quando ci si lava i denti, quando si cucina, quando si fa la doccia (da preferire al posto del bagno) ci sono alcuni semplici accorgimenti per evitare inutili sprechi:
– l’acqua in cui si cucinano le verdure può essere riutilizzata per innaffiare le piante.
– chi possiede un giardino, può raccogliere l’acqua piovana in un laghetto costruito appositamente che fungerà da contenitore. Tale acqua potrà essere utilizzata per annaffiare, per pulire le aree esterne ecc.
– In commercio sono disponibili molti dispositivi che permettono di regolare il flusso dell’acqua in base alle necessità e alla pressione. Sono dispositivi meccanici che limitano il passaggio dell’acqua. Tra questi, troviamo i riduttori di flusso, i frangigetto e gli interruttori di flusso. Molti nuovi modelli di rubinetteria hanno già tali meccanismi incorporati.

9. Fare la raccolta differenziatavivere bene rispettando l'ambiente

Non significa soltanto “dividere” i rifiuti in base al materiale, ma anche sciacquare i barattoli, separare le etichette e ridurre il volume degli oggetti.
Nel caso di grandi oggetti ed elettrodomestici (radio, televisori, computer, ecc.) è necessario portarli all’oasi ecologica. Anche gli oli delle fritture casalinghe devono essere smaltiti negli appositi contenitori presenti nelle discariche, anziché essere gettati negli scarichi.

La raccolta differenziata è ancora inesistente in parecchie aree italiane, o comunque non viene praticata in maniera corretta. Sebbene all’inizio possa risultare faticoso praticare la raccolta differenziata, alla lunga essa apporterà benefici all’intero pianeta ed in particolare li noteremo nell’ambiente stesso in cui viviamo. In molte città la raccolta differenziata è diventata addirittura fonte di guadagno grazie al riciclo dei materiali, ad esempio a San Francisco.

10. Lavorare meno, vivere di più

I tempi attuali ci impongono ritmi lavorativi elevati per garantirci un reddito sufficiente a mantenere lo stile di vita a cui siamo abituati fin da piccoli. Ci ricolleghiamo quindi al concetto di consumismo: lavorando meno, il guadagno sarà minore e di conseguenza diminuiranno anche i consumi (spesso inutili).
Per condurre uno stile di vita sostenibile, è necessario riuscire a ritagliarsi più tempo per sé stessi. Tempo da dedicare alla cucina, alla cura dell’orto, alle gite all’aria aperta, alla famiglia, al riciclo, alla lettura e alle persone che amiamo.

Che aspettate? È tempo di dare una svolta alla vostra vita. Non sarà per forza necessario un cambio radicale, ma compiendo piccoli passi arriverete a comprendere il vero valore della sostenibilità e a vederne gli effetti positivi nella vita di ogni giorno!

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità green?

Iscriviti alla newsletter

Scritto da
Altro da monica

RITROVARE IL BUONUMORE CON IL “MOOD FOOD”

Mangiare è uno dei quattro piaceri della vita: quali siano gli altri...
Continua a leggere...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *