ZUCCHERI NASCOSTI IN BEVANDE INSOSPETTABILI

Mirtilli

È noto che l’eccessivo consumo di zucchero provoca dei danni alla salute. Spesso poi l’attenzione nella scelta degli alimenti non basta, infatti si può incorrere involontariamente negli  zuccheri nascosti presenti in moltissimi cibi e bevande in commercio.

Per prima cosa è importante distinguere  due tipologie di zuccheri differenti:

  • gli zuccheri naturali, come il fruttosio nella frutta;
  • gli zuccheri aggiunti, presenti negli alimenti confezionati.

Consumare frequentemente cibi e bevande contenenti zuccheri aggiunti, comporta:

– un aumento del rischio di carie, sovrappeso, obesità;

– sviluppo di patologie come diabete e problemi cardiovascolari nel corso della vita;

– comparsa di effetti secondari che gravano sull’umore, generando senso di affaticamento, irritabilità e fatica a concentrarsi.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha affermato che ogni grammo di zucchero apporta 4 kcal, per cui raccomandano di assumere non più di 6 cucchiaini di zucchero al giorno per le donne e 9 per gli uomini.

Quali sono le bevande con gli zuccheri nascosti?

1- BEVANDE “SUGAR FREE”

Le numerose bibite dissetanti poste negli scaffali dei supermercati attirano tutti, dai grandi ai più piccoli. Se a volte si riesce a resistere alla tentazione di acquistare bibite gassate, non succede lo stesso per le alternative “sugar free”.

In quest’ultime, lo zucchero viene sostituito con edulcoranti come stevia e aspartame,  i quali:

  • riducono le calorie effettive della bibita, ma allo stesso tempo ci inducono inconsciamente ad assumerne di più, perchè diminuiscono il senso di colpa legato all’assunzione di cibi zuccherati.
  • non fanno bene alla salute (in special modo l’aspartame, ritenuto potenzialmente cancerogeno);

Dalle ultime analisi, condotte su una dozzina di popolari bevande zuccherate, si è scoperto che contengono in media il 40% di glucosio rispetto al 60% di fruttosio, compromettendo così la salute del fegato.

2- BEVANDE ENERGIZZANTI

Le bevande energizzanti, pubblicizzate come efficaci sostitutivi al caffè, contengono dolcificanti e aromi che aumentano drasticamente l’apporto calorico giornaliero, per cui è meglio scegliere un classico caffè amaro.

3- SUCCHI DI FRUTTA

I succhi di frutta confezionati non hanno gli stessi effetti benefici di una porzione di frutta fresca: contengono molti zuccheri aggiunti e uninferiore quantità di  fibre e vitaminesolo il 10% di tali succhi è vera polpa, mentre il 90% è formato da dolcificanti, glucosio e sciroppi.

Bibite gassate, succhi di frutta, tè freddo, bevande sportive apportano molte calorie e in più non soddisfano il senso di sazietà.

Alcuni utili consigli 

Per rimanere in salute e in forma si raccomanda di moderare l’assunzione dello zucchero, soprattutto di quello liquido che è il più insidioso, e di leggere bene le etichette:

– i prodotti realmente considerati a basso contenuto di zucchero hanno un valore che non supera i 5 grammi per 100 grammi di prodotto;

– fare attenzione alle seguenti voci sulle confezioni: sciroppo di mais, maltosio, fruttosio, destrosio, agave, sciroppo di riso, succo di canna evaporatoSono tutti modi alternativi per dire ZUCCHERO!

Infine, è importante essere consapevoli che bere una bibita zuccherata corrisponde a mangiare un dolce ricco, quindi si può consumare al  massimo una volta a settimana e mai per sostituire l’acqua durante i pasti.

Se vuoi scoprire come bruciare calorie bevendo acqua, leggi il nostro articolo >> Bere acqua aiuta a bruciare calorie

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità green?

Iscriviti alla newsletter

Scritto da
Altro da monica

LA PASTA NON FA INGRASSARE: STOP ALLE RINUNCE!

La pasta è il piatto principale della dieta mediterranea, ma è anche...
Continua a leggere...